Abiti per nascondere la pancia – P/E 2017

Chi ha superato una certa età sa bene che il ventre piatto è una pia illusione. Mentre muscoli e tessuti cedono, crescono la passione per il buon cibo e la voglia di godersi la vita senza farsi troppe paranoie. Ciò non significa che non si possa essere ugualmente seducenti! Anzi, l’età è quella giusta per valorizzare le proprie forme indossando vestiti più femminili che diano risalto a girovita e scollatura.

Tra gli abiti per nascondere la pancia e valorizzare i punti di forza, uno dei più efficaci è quello a forma di “A”, il classico vestito taglio impero. Con il taglio sotto il seno, scivola su pancia e fianchi senza evidenziarli, slanciando la silhouette. Un abito “intelligente” che valorizza i punti giusti, donando alla figura grazia e femminilità. Da scegliere in lungo come abito da sera o al ginocchio per l’aperitivo o una serata danzante.

Come vestiti da giorno dalle forme semplici e ampie, molto amati sono gli abiti “a sacchetto” o “a uovo” che lasciano le gambe scoperte senza insistere sulla pancia. La struttura semplice di questi abiti consente di sbizzarrirsi con stampe floreali o geometriche senza risultare eccessivi. Se invece preferite la tinta unita, impreziositeli con gli accessori, scegliendo gioielli, borse e calzature dallo stile deciso.

La collezione Primavera / Estate 2017 di Esprit è particolarmente generosa per chi ha detto addio al ventre piatto. Chi cerca abiti per nascondere la pancia, troverà moltissime proposte, in diversi tessuti e colori, da indossare in qualsiasi occasione: dall’elegante abito taglio impero in pizzo al più sbarazzino abito a sacchetto in denim.

5 abiti per nascondere la pancia, selezionati dalla collezione per la Primavera / Estate 2017.

Abito maxi in pizzo con profondo scollo a V ed effetto incrociato Abito Esprit

Abito a spalle scoperte in denimAbito Esprit

Abito maxi con vita plissettata in chiffonAbito Esprit

Abito in cotone con fiocchi
Abito Esprit

Abito in chiffon con dettagli con piegheAbito Esprit

Nessun commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *